Sicurezza delle Attrazioni di spettacolo viaggiante

Partendo dalla marcatura CE di prodotto in alcuni casi è necessario fare qualcosa "in più" così come richiesto dalle leggi vigenti in materia, ed è proprio il caso delle attrazioni di spettacolo viaggiante. Elemento essenziale per chi gestisce o produce un'attrazione di spettacolo viaggiante è la sicurezza degli stessi. Da decenni tali attrazioni sono controllate da soggetti preposti allo scopo secondo quanto disposto dal Testo Unico di Pubblica Sicurezza.

Ogni attrazione, infatti, deve essere verificata annualmente (collaudo annuale) da un tecnico abilitato (professionista iscritto ad un albo professionale) e, per insediare l’attività, è soggetta a verifica da parte degli organi deputati (prefettizi o comunali). L’elenco delle attrazioni soggette a tale normativa è individuato in un apposito elenco ministeriale periodicamente aggiornato.

Inoltre il DM 18 maggio 2007 “Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante”, finalizzato a garantire la sicurezza degli utenti, introduce l’obbligo di per tutte le attrazioni della registrazione e dell’assegnazione di un codice identificativo (comunemente detto “Targhetta”) e la realizzazione di un Log-Book (Libretto dell’Attrazione) che descriva la storia dell’attrazione in oggetto.


I nostri servizi

  • Consulenza per l'acquisto di attrazioni

  • Verifica documentale delle attrazioni

  • Preparazione dei fascicoli tecnici delle singole attrazioni

  • Consulenza per l'ottenimento del codice identificativo

  • Collaudi annuali

  • Dichiarazioni di corretto montaggio


Approfondimenti

CHE COSA SIGNIFICA ATTRAZIONI DI SPETTACOLO VIAGGIANTE?

Le attrazioni di spettacolo viaggiante sono tutti quei giochi o giostre che sono individuate da uno specifico elenco ministeriale periodicamente aggiornato. Di tale elenco fanno parte:

  • Gonfiabili
  • Giostre di vario genere
  • Tappeti elastici
  • Giochi a gettone
  • etc...

LA NORMATIVA

Il DM del 18 Maggio del 2007 "Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante" in GU n.136 del 14/06/2007, introduce una procedura di registrazione delle attrazioni e l'assegnazione di un codice identificativo (impropriamente detto "targhetta") ad ogni singola attrazione: in assenza di tale codice le stesse non potranno essere utilizzate.

É un provvedimento finalizzato a garantire la sicurezza degli utenti attraverso una forma di identificazione delle singole attrazioni e la realizzazione di un fascicolo tecnico che ne segua la storia. Inoltre il gestore, nel caso in cui abbia frequentato un apposito corso di formazione, è abilitato a certificare il corretto montaggio senza la necessità di avvalersi di tecnici abilitati, nonché la correttezza degli allacci elettrici ove esista un impianto di messa a terra e quadri elettrici già presenti.

Di seguito elenchiamo la principale normativa di riferimento in materia:


L'ITER PROCEDURALE

Una volta acquistata l'attrazione in questione, se non è già presente il codice, l'acquirente dovrà fornire presso:

  • il Comune nel cui ambito territoriale è avvenuta la costruzione o
  • il Comune nel cui territorio è previsto il primo impiego dell'attrazione o
  • il Comune nel cui territorio è presente la sede sociale del gestore,

tutti i documenti necessari affinché una specifica commissione comunale assegni detto codice.

Una volta ottenuto il codice sarà possibile collegare ,attraverso apposita richiesta al Comune, l'attrazione alla propria licenza di spettacolo viaggiante o richiederne una nuova.